Tono narrativo. Cos’è? Come si fa a dare colore alla propria scrittura?

Il tono narrativo con cui scegli di raccontare la tua storia influenzerà l’intera narrazione. Presta quindi attenzione a scegliere il tono narrativo giusto fin dalle battute iniziali.
Quando abbiamo parlato di incipit, ho citato le prime righe di due romanzi fondamentali, I sogni di Bunker Hill di Fante e Il giovane Holden di Salinger. Ti invito a leggerli e rileggerli:

  • Fante: “Il primo impatto con il successo non fu per nulla memorabile. Facevo l’aiuto cameriere alla tavola calda di Marx. L’anno era il 1934. Il luogo, l’incrocio fra la terza e Hill, Los Angeles. Avevo ventun anni (…). Ero un aiuto cameriere veramente unico, con grande verve e molto stile vista la professione, e sebbene fossi terribilmente sottopagato (un dollaro al giorno più il pasto), attiravo una considerevole attenzione quando scivolavo fischiettando di tavolo in tavolo con un vassoio in equilibrio su una mano, strappando sorrisi ai miei clienti”.
  • Salinger: “Se davvero avete voglia di sentire questa storia, magari vorrete sapere prima di tutto dove sono nato e com’è stata la mia infanzia schifa e cosa facevano i miei genitori e compagnia bella prima che arrivassi io, e tutte quelle baggianate alla David Copperfield, ma a me non mi va proprio di parlarne”.
  • Ti propongo anche questo. Gibson (“Neuromante”): “Il cielo sopra il porto era del colore di uno schermo televisivo sintonizzato su un canale morto.
    – Non è che mi faccio – disse qualcuno mentre Case si apriva un varco a spintoni tra la calca per infilarsi dentro il Chat. – Solo che all’improvviso il mio corpo ha una drastica carenza di droga”.


Tono narrativo: tre incipit fuori dal comune

Mi sembrano tre incipit dal tono narrativo chiarissimo: realistico e frizzante, ironico e sferzante, crudo e apocalittico fin dalle battute iniziali. Il tono entra nella testa del tuo lettore subito. Per questo le battute iniziali di un racconto vanno particolarmente curate. Il resto… be’, deve esserne all’altezza.

Consigli pratici di scrittura

Non puoi pensare di pubblicare il tuo manoscritto senza passare sotto le grinfie di un editor professionista, il cui parere sarà fondamentale per mettere a fuoro il tono narrativo della tua storia. L’editing è fondamentale perché il tuo racconto o romanzo sia revisionato e pubblicato al meglio delle sue potenzialità

Noi di ProgettoLibro ci occupiamo di editing con attenzione e professionalità.
Conosciamo bene il mestiere, ce ne occupiamo tutti i giorni, lavorando in collaborazione con Edizioni Terra marique.

Dai un occhio al sito di Edizioni Terra marique per pubblicare il tuo manoscritto.

Per approfondire le tematiche dell’editing, guarda il video sul nostro sito GustaLibro.