promuovere un libro

A nessuno piace investire tempo e risorse in attività che non funzionano. Piuttosto che fare qualcosa tanto per fare, è meglio informarsi, leggere, accettare buoni consigli, così da avventurarsi con qualche strumento in più in un mondo dove tutto sembra possibile, ma solo se si è davvero abili, si evitano passi falsi.

L’incontro con i lettori

Quest’anno Edizioni Terra marique, la casa editrice con cui collaboriamo per trasformare i progetti editoriali in veri e propri libri, compirà dieci anni! Promuovere un libro è una delle loro specialità.
Oltre al fatto che attendiamo di poter festeggiare insieme, ci tenevo a ricordare che, in tutti questi anni, una parte fondamentale e molto impegnativa del nostro lavoro è stata dedicata alle presentazioni dei libri.
Il primo incontro con i lettori l’abbiamo organizzato nell’estate del 2001, all’uscita del nostro primo libro. L’ultimo la scorsa estate, prima che i vari decreti imponessero il divieto di qualsiasi forma di assembramento, anche di carattere culturale.
E così è venuta meno una delle principali modalità per far conoscere le nostre pubblicazioni. È stata una sofferenza enorme rinunciare a tutto questo, in particolare è stato un sacrificio smettere di vivere l’emozione dell’autore/autrice nel presentare il proprio lavoro e a condividere con lui/lei la magia di quei momenti.
Dagli incontri con i nostri lettori siamo sempre tornate a casa felici, con la consapevolezza di lavorare nella giusta direzione: non c’è niente di più appagante della soddisfazione vista negli occhi di chi presenta la propria opera, nata magari in seguito a lunghi mesi o anni di lavoro e impegno.
Mi è sempre piaciuto notare la curiosità mostrata da chi compra un libro e non sa cosa aspettarsi, ma intanto è lì per capire e dimostrare sostegno a un autore, di cui magari ignorava la passione per la scrittura.
Ci siamo sempre rallegrate per questo incontro di anime, di parole, di musica e suoni. Ci siamo sempre sentite parte di tutto questo e delle infinite emozioni che nascono insieme a un libro.
Non è stato facile mettere in pausa queste belle esperienze. Ma sappiamo che, a breve, torneremo a fare ciò che ci piaceva e che era il modo migliore, forse più faticoso ma di sicuro il più appagante, per vendere i libri: incontrare i lettori, accoglierli tra le pagine della nostra storia, soddisfare la loro curiosità.

Non puoi pensare di farti conoscere e promuovere un libro se non parli di te sui social

Siamo in stand-by e così abbiamo appreso, una volta di più, la forza del digitale.
Piaccia o non piaccia, è così che oggi funziona. Ciò non significa bombardare amici o followers con “compra il mio libro, compra il mio libro, compra il mio libro”, ma utilizzare al meglio, in modo intelligente e strutturato, ciò che il digitale offre per raggiungere il proprio target.
Come si fa?
Prima di tutto, ovvero ancor prima di costruire una pagina o lanciarsi anima e corpo su Instagram, è necessario dar vita a un piano editoriale. Ci sono vari modi per assolvere a questa primaria esigenza, ad esempio ponendosi le giuste domande, nel corretto ordine cronologico:

  • Chi è il mio target?
  • Dove si trova il mio target?
  • Quali contenuti posso offrire/condividere con il mio target, perché mostri interesse nei miei
    confronti, quindi nei confronti del mio libro (e dei futuri libri che pubblicherò)?

Il ragionamento alla base della costruzione di un buon piano editoriale parte dal genere di libro che ho scritto.
Supponiamo abbia scritto un romanzo d’amore con protagonisti una ragazza trentenne e un ragazzo circa della stessa età.

  • Chi è il mio target? Ragazze dai venticinque ai quarant’anni.
  • Dove si trova il mio target? Sia su Facebook che su Instagram.
  • Quali contenuti posso offrire/condividere con il mio target? Per interessarsi al mio libro, i miei (potenziali) lettori vogliono sapere chi sono, qual è il mio stile di vita, se le mie scelte personali sono simili alle loro e se, di queste scelte, parlo nel mio romanzo.

Ricordati: i social sono il luogo della condivisione.
Se decidi di usarli come un mero strumento utile alla visibilità del tuo libro, non otterrai nulla di buono.
Immagina di entrare in un bar, dove nessuno ti conosce, e di iniziare a parlare a voce alta del tuo romanzo, invitando i presenti, magari impegnati in altre conversazioni, ad acquistarlo. Pensi che funzionerà? Io credo che nessuno tirerebbe fuori il portafoglio per acquistare il tuo libro – più probabile che qualcuno tiri fuori il cellulare per chiamare la neuro.
Sarebbe invece meglio entrare con il piglio giusto, quello adeguato a un locale pubblico, dove si va non per starsene in un angolo né per strillare ai quattro venti, quanto per fare conoscenza e scambiare qualche chiacchiera, mantenendo un tono cordiale.
Solo in un secondo momento si può passare alle confidenze e a qualche dettaglio in più sulla propria passione per la scrittura, che è sfociata nella stesura di un libro.
Ogni social ha la sua peculiarità e il suo linguaggio: Facebook predilige un tono leggero, Instagram più emotivo ed empatico, LinkedIn di sicuro professionale. Devi tenere in considerazione queste differenze prima di muoverti sulle piattaforme social per promuovere un libro.
Una volta capito dove, in prevalenza, si trova il target che vuoi raggiungere, ti conviene studiare per bene la piattaforma di riferimento, così da poterti muovere correttamente.

I vantaggi della promozione sui social

I social, in particolare Facebook e Instagram, ti permettono di:

  1. Creare contenuti originali e interattivi di qualità, pur con strumenti semplici da usare e a costo zero. Puoi anche creare pagine esclusivamente dedicate al tuo libro, quando l’attività svolta sui social avrà portato talmente tanti frutti da far sì che il tuo libro venga messo al centro delle tue attenzioni.
  2. Avviare campagne promozionali con investimenti anche molto contenuti.
  3. Raggiungere obiettivi importanti, grazie alla targetizzazione del tuo pubblico. Questo significa che la promozione del tuo libro sarà vista dalle persone con i gusti più affini al tuo genere letterario di riferimento, quindi più predisposte all’acquisto.
  4. Costruire e interagire con la tua community.

I social sono i luoghi adatti se vuoi promuovere un libro. Resta un problema: come usarli?

Come al solito, la parte difficile è passare dalla teoria alla pratica. Abbiamo capito che, per usare i social in modo vincente, la prima cosa dare è dar vita a un buon piano editoriale. Ciò significa, una volta scelto il social (o i social) di riferimento, decidere cosa scrivere, cosa pubblicare (immagini, gif, fotografie…), con quale cadenza, che appunto sono la seconda, la terza, la quarta cosa da fare.
Se riesci a trovare il giusto equilibrio tra contenuti e regolarità nelle pubblicazioni, è fatta. Certo servono esperienza, capacità tecniche e pratiche e molto tempo (se decidi di costruire una community, non puoi abbandonarla dalla mattina alla sera. Hai mai cercato di coltivare una piantina? Servono cure quotidiane, acqua, terriccio fertile, luce, né troppo caldo né troppo freddo e tante altre piccole attenzioni).
Sei pronto/a per tutto questo?
Forza, il tuo libro ha bisogno di visibilità e di lettori che sappiano apprezzarlo! I social possono fare al caso tuo.
Ma se ciò di cui abbiamo parlato finora ti sembra una montagna invalicabile, contattaci subito. Noi di ProgettoLibro abbiamo in redazione professioniste esperte di social media marketing, che lavorano a stretto contatto con la nostra bravissima web creator.
Entrambe ascolteranno le tue esigenze per promuovere al meglio non solo il tuo libro, ma anche la tua attività di scrittore/scrittrice. Perché è questo ciò che funziona: costruirsi una reputazione tra persone interessate al genere letterario di cui ti occupi e nell’ambito del quale hai deciso di costruire la tua storia.
Tramite parole, immagini, grafiche realizzate ad hoc e tramite la ricerca del giusto target, noi di ProgettoLibro possiamo aiutarti a far sì che la tua pubblicazione balzi all’attenzione dei lettori, attentamente individuati in base alla loro età, ai loro interessi e a ciò che li rende inclini ad acquistare il tuo libro.
Sarà per te un’enorme soddisfazione veder crescere la community intorno al tuo romanzo, scambiare opinioni, confrontarti su tematiche di interesse comune e veder crescere le vendite.

Noi siamo qui per aiutarti a realizzare tutto questo!