La briscola in cinque di Marco Malvaldi

Cosa leggere sotto l’ombrellone? L’estate è alle porte e speriamo anche le vacanze. Quanti di voi si sono trovati in questi mesi a dover rinunciare all’amata lettura per la troppa stanchezza e gli impegni? L’estate è la parentesi che ci permette di recuperare il tempo perduto. Ma alla fine è pur sempre vacanza e ci meritiamo un po’ di leggerezza…

Ancora dubbi su cosa leggere sotto l’ombrellone?

Il primo consiglio è un buon romanzo di Marco Malvaldi, La briscola in cinque. Per chi ancora non conosce questo autore italiano, consiglio di iniziare dal primo romanzo della collana del BarLume, La briscola in cinque. Protagonista involontario è un barista, Massimo Viviani, che si trova, suo malgrado, coinvolto nel ritrovamento del cadavere di una ragazza a pochi passi da una discoteca. Per quanto Massimo cerchi di rimanerne fuori, le chiacchere dei quattro abituali vecchietti del bar da lui gestito, lo costringono a diventare un vero investigatore, per risolvere un mistero che solo all’apparenza è l’ovvio risultato di una vita dissoluta fatta di sesso e droga.

Sarà che è ambientato sulla costa toscana, e sembra quasi di respirare l’odore della pineta e della salsedine, sarà l’accento, di cui gli anziani del bar fanno un uso spropositato, sarà che io per prima l’ho letto in vacanza, ma, fidatevi, la scrittura di Malvaldi vi cattura con un sorriso e dovrete divorare il romanzo fino all’ultima pagina. Per poi ritrovarvi a iniziare gli altri della collana.

Da questi romanzi è stata tratta anche la miniserie tv I delitti del BarLume, interpretata da Filippo Timi, giusto per immergersi ancora di più nelle vicende.

I gialli e l’ombrellone sono un’accoppiata vincente. Aggiungete una buona dose di ironia e il risultato è assicurato.

A cura di Sara Meglioli.
Guarda la video-recensione sul nostro sito GustaLibro.